Archivio attualita

“A Medjugorje ho trovato la missione della mia vita”

A volte, tra i numerosi pellegrini che visitano Medjugorje, alcuni di loro suscitano particolare attenzione. E’ stato così anche recentemente, quando Siaosi Talitimu, capo dell’isola di Samoa, situata nel Pacifico, è venuto in pellegrinaggio a Medjugorje. Egli è stato anche ospite di Radio “Mir” Medjugorje: “Riteniamo che il centro dell’essere umano sia il cuore” – ha detto all’inizio Siaosi. “La parola 'Moa' vuol dire 'cuore', mentre 'Sa' significa 'Persone'. Quando queste due parole si uniscono, la parola che ne risulta significa 'Persone di cuore': così è il mio popolo” – ha affermato il capo del suo popolo dell’isola di Samoa. All’inizio, ci ha presentato l’isola e le persone che vivono in essa. Egli ha poi testimoniato di essere venuto a Medjugorje a chiedere un miracolo, ma che poi il Signore, attraverso un passo della Bibbia, gli ha mostrato qual è la sua missione nella vita, quello che deve fare. E’ felice di vedere che il messaggio di Medjugorje abbia trovato dei cuori aperti, ma ha anche testimoniato le difficoltà e i dubbi con cui si incontra in quanto capo del suo popolo ed il motivo per cui, pur essendo capo dell’Isola di Samoa, vive negli Stati Uniti d’America. Ha saputo di Medjugorje da un amico, ed è venuto qui per la prima volta nel 1995.

Objavljeno: 30.11.2012.

Quindicesimo anniversario di Radio “Mir” Medjugorje

Domenica 25 Novembre è stato celebrato il quindicesimo anniversario di attività di Radio “Mir” Medjugorje. Per l’occasione nella chiesa di San Giacomo a Medjugorje è stata celebrata una Santa Messa di ringraziamento, che è stata presieduta da fra Ivan Sesar, Provinciale della Provincia Francescana di Erzegovina. Il direttore della Radio, fra Miljenko Šteko, ha tenuto l'omelia. Nei locali della Radio si è poi tenuto un incontro con gli operatori, gli amici, i rappresentanti degli altri Media con cui essa collabora e numerosi sostenitori. Tutta la giornata è trascorsa in un clima di festa ed Alen Nižetić e Ivan Mikulić hanno fatto dono del loro canto alla Radio. Radio „Mir“ Medjugorje trasmette ventiquattro ore di programmi e copre in pratica l'intera Bosnia Erzegovina, gran parte della Repubblica di Croazia e - con le onde medie, il satellite ed Internet - tutti i cinque continenti. La linea dei programmi è stata orientata fin dall'inizio al principio: „Vera umanità e sana religiosità“.   

Objavljeno: 26.11.2012.

Celebrato il dodicesimo anniversario della morte di fra Slavko Barbarić

Il 24 Novembre è stato celebrato a Medjugorje il dodicesimo anniversario della morte di fra Slavko Barbarić. La Santa Messa serale per il defunto fra Slavko è stata presieduta in chiesa parrocchiale dall'amministratore parrocchiale di Medjugorje, fra Marinko Šakota e concelebrata da diciotto sacerdoti. Nell'omelia, fra Marinko ha detto tra l'altro: „Per me personalmente fra Slavko è un esempio e un’ispirazione. Questo posso testimoniarlo non solo io, ma anche molte persone nel mondo. Perché fra Slavko è per noi un esempio e un’ispirazione nella spiritualità, nella vita? Ho l'impressione che fra Slavko fosse col cuore, con tutto il suo essere, completamente, in tutto quello che faceva. Intorno alle questioni essenziali in lui non c'erano compromessi, né concessioni. Era un uomo che sapeva ciò che voleva. Nella sua interiorità intuisco una certa particolare chiarezza di sguardo e di comprensione, e un suo vivere in accordo con la verità e col bene. Nel suo modo di operare ci si imbatteva nella giusta misura: egli non pregava né lavorava solamente, ma faceva l'una e l'altra cosa. Riusciva a essere là dove era necessario e per il tempo necessario“.
Quel giorno il defunto fra Slavko è stato ricordato anche sul Križevac: alle ore 14:00 si è pregata la Via Crucis, che è stata guidata da fra Miljenko Šteko , con la partecipazione di una moltitudine di fedeli. Anche il “Villaggio della Madre“, fondato da fra Slavko, ha ricordato il proprio fondatore.   

Objavljeno: 25.11.2012.

Dodicesimo anniversario della morte di fra Slavko Barbarić

Sabato 24 Novembre ricorre il dodicesimo anniversario della morte di fra Slavko Barbarić. Egli è deceduto in quella data dell’anno del Signore 2000, dopo aver terminato il pio esercizio della Via Crucis sul Križevac e le sue spoglie mortali riposano nel cimitero “Kovačica” di Medjugorje. In occasione del dodicesimo anniversario della morte di fra Slavko, verrà pregata la Via Crucis sul Križevac alle ore 14:00, mentre alle ore 18:00 verrà celebrata una Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo a Medjugorje.

Objavljeno: 22.11.2012.

Un Vescovo dalle Filippine a Medjugorje

Julito Cortes, un Vescovo dalle Filippine, è stato a Medjugorje in compagnia di trentacinque pellegrini. Egli ha sentito parlare di Medjugorje fin dall’inizio delle apparizioni, quando era ancora studente a Roma. In un’ampia conversazione per Radio “Mir” Medjugorje, il Vescovo ha parlato, tra l’altro, della gioia di aver potuto venire, ma anche delle difficoltà che obbiettivamente ci sono state per loro sulla strada per Medjugorje.

Objavljeno: 21.11.2012.

Medjugorje è una scuola di preghiera

Padre Joseph Horn si trova a Medjugorje già per la dodicesima volta, insieme ad un gruppo di pellegrini provenienti dagli USA. “Sono qui per approfondire la mia fede e imparo sempre a pregare meglio, anche se sono sacerdote già da quindici anni. Questa volta ho portato con me ventisei pellegrini e chiedo soltanto la grazia di capire cosa il Padre Celeste desidera da me. Sento che c’è poco tempo e che al mondo sono necessarie la preghiera e la pace, così ho chiesto al mio gruppo di pregare per la pace” – ha detto Padre Joseph, che ha aggiunto che Medjugorje è conosciuta nel Michigan, dove egli vive.

Objavljeno: 20.11.2012.

CENTESIMA VISITA A MEDJUGORJE

Maria Rosa e Gino Sorenzo, coniugi provenienti dall’Italia, sono stati a Medjugorje cento volte. Vengono dal Santuario di Sant’Antonio di Padova e portano pellegrini a Medjugorje circa otto volte l’anno. Solo nell’anno passato hanno organizzato ventotto pullman di pellegrini. Maria Rosa è venuta per la prima volta a Medjugorje nel 1988, mentre, con la famiglia, vi è venuta all’inizio del 1993.

Objavljeno: 15.11.2012.

Essere semplice è miracoloso!

Diciannove frati francescani della Provincia di San Casimiro in Lituania questa settimana sono stati a Medjugorje per sei giorni di esercizi spirituali guidati dal Dott. fra Miljenko Šteko. Con loro c'era anche il loro Provinciale, fra Astijus Kungys, per il quale questa è stata la prima visita a Medjugorje. Ai giornalisti di Radio „Mir“ Medjugorje essi hanno detto di essere venuti qui a pregare ed a chiedere la protezione della Beata Vergine Maria e la sua guida nel corso del loro capitolo provinciale, che si terrà nel Gennaio del prossimo anno.

Objavljeno: 11.11.2012.

FUNERALE DI FRA PETAR VLAŠIĆ

Oggi, Venerdì 9 Novembre, alle ore 15:00 i Riti esequiali in chiesa parrocchiale hanno avuto inizio con la Santa Messa per il defunto, presieduta dal Vescovo di Mostar – Duvno, Mons. Ratko Perić, e concelebrata dal Provinciale fra Ivan Sesar - che ha anche tenuto l'omelia - e da numerosi sacerdoti. Dopo la Messa, il corteo si è diretto  al cimitero Kovačica, dove fra Petar è stato sepolto nel sepolcro dei frati.
Dopo la morte dell'attuale parroco fra Petar Vlašić, la parrocchia verrà retta, in qualità di amministratore parrocchiale, da fra Marinko Šakota, finora vicario parrocchiale della parrocchia di Medjugorje. Su proposta del Padre Provinciale, il Vescovo locale, Mons. Ratko Perić, in un suo Decreto ha confermato tale decisione. (foto)

Objavljeno: 09.11.2012.

È DECEDUTO FRA PETAR VLAŠIĆ, PARROCO DI MEDJUGORJE

Stamattina presto, dopo grave malattia e fortificato dai Santi Sacramenti, è morto a Medjugorje fra Petar Vlašić, attuale parroco di Medjugorje. Fra Petar è deceduto a 75 anni di vita, a 51 anni di vita religiosa ed a 47 anni di sacerdozio. Aveva ricoperto gli uffici di vicario parrocchiale, di parroco, di guardiano e di definitore.
Risiedeva a Medjugorje dal 1999 e vi ha svolto l'ufficio di parroco dall'Agosto del 2007 fino alla sua morte.
La salma del defunto sarà esposta domani, Venerdì 9 Novembre, nella chiesa parrocchiale di San Giacomo Apostolo, a partire dalle ore 13:00.
Il Rito delle Esequie inizierà con la Santa Messa per il defunto lo stesso giorno alle ore 15:00 nella chiesa parrocchiale.
Fra Petar verrà sepolto nella tomba dei frati del cimitero Kovačica.

L'eterno riposo dona a lui, o Signore!

Objavljeno: 08.11.2012.

“Francescani nel mondo, per il mondo: identità, voti, senso di appartenenza”

Dal 2 al 4 Novembre si è svolto a Medjugorje un seminario di formazione permanente dell’Ordine Francescano Secolare (OFS) di Bosnia Erzegovina. Il tema del seminario, a cui hanno partecipato circa quaranta Francescani Secolari, era: “Francescani nel mondo, per il mondo: identità, voti, senso di appartenenza”, ed è stato illustrato da fratel Benedetto Lino, membro della Presidenza Internazionale dell'OFS. (foto)

Objavljeno: 05.11.2012.

Inizio di Novembre a Medjugorje

Anche nel mese di Novembre 2012 l’Ufficio informazioni di Medjugorje registra la presenza di molti gruppi di pellegrini provenienti dall’Austria, dalla Germania, dagli USA, dall’Inghilterra, dall’Italia, dalla Francia, dal Belgio, dal Giappone, dalla Spagna, dal Portogallo, dal Brasile, dall’Irlanda, dall’Olanda, dalla Slovenia e dalla Corea. Tra i numerosi sacerdoti pellegrini abbiamo incontrato anche il missionario croato settantenne fra Ilija Barišić, che opera già da quarant’anni nel continente africano. Fra Ilija dice di avere un amore particolare verso Medjugorje, ricevuto anche tramite il defunto fra Jozo Vasilj, che è stato suo compagno di scuola a Zara e rettore di seminario in Congo.

Objavljeno: 02.11.2012.

Statistiche di ottobre 2012

Sante Comunioni distribuite: 182 500

Sacerdoti concelebranti: 4186 (135 al giorno)

Objavljeno: 01.11.2012.

Solennità di Tutti i Santi e Commemorazione dei fedeli defunti a Medjugorje

Nella Solennità di Tutti i Santi e nella Commemorazione dei fedeli defunti i cimiteri ed i luoghi di ultimo riposo dei defunti divengono luoghi di ringraziamento e di ricordo, perciò tradizionalmente li visitiamo ed, in preghiera, facciamo memoria dei nostri defunti. Nella Solennità di Tutti i Santi e nella Commemorazione dei fedeli defunti vengono celebrate delle Sante Messe in tutti i cimiteri della parrocchia di Medjugorje. Insieme ai parrocchiani che vivono al di fuori del loro luogo natio e che solitamente visitano la parrocchia in questi giorni, a Medjugorje ci sono anche numerosi pellegrini, provenienti da diverse parti del mondo.

Objavljeno: 30.10.2012.

„Maria, attraverso i suoi messaggi, ci invita a ritornare a Dio“

A Medjugorje continuano ad esserci pellegrini provenienti da molti paesi. L’Ufficio informazioni registra la presenza di gruppi di pellegrini provenienti dall’Irlanda, dagli USA, dalla Germania, dall’Austria, dall’Italia, dalla Francia, dalla Slovenia, dal Portogallo, dalla Spagna, dalla Polonia, dall’Ungheria, dalla Lituania, dal Brasile, dalla Romania e dalla Croazia. Abbiamo incontrato Jelica Bikfa, che dal 2001 porta a Medjugorje pellegrini da Velika Gorica.

Objavljeno: 29.10.2012.